Corso di perfezionamento
in Interventi Assistiti con l’Animale

Nel 2016 è iniziata una nuova avventura formativa Cognitivo Zooantropologica, incentrata sul rispetto dell’animale, sull’importanza dei ruoli e della professione, ma anche sul lavoro in equipe multidisciplinare in ambito non solo animale ma anche socio-sanitario e educativo.

1° edizione: Corso avanzato in partenza a Settembre
2° edizione: in partenza nel 2018 (date da definirsi)

Vediamo insieme quali sono i punti cardine del corso:

  • Conformità secondo le Linee Guida Nazionali in Interventi Assistiti con l’Animale, il recepimento delle stesse da parte della Regione Emilia Romagna, prot. Num. 679/2015 del 8 Giugno 2015, e le disposizioni transitorie del Ministero della Salute del 26 Maggio 2016.
  • Suddivisione della formazione in vari moduli in base alle proprie competenze professionali ed alla normativa:
    1. Modulo corso propedeutico: tre giorni di formazione per tutti per iniziare a conoscere questo mondo e per avere l’abilitazione a svolgere attività assistite con l’animale.
    2. Modulo corso base per coadiutore del cane, del gatto e del coniglio: aperto a tutte le persone, anche senza un proprio cane.
    3. Modulo corso base per medici veterinari: aperto ai medici veterinari che vogliono approfondire il campo degli IAA.
    4. Modulo corso base per referente d’intervento e responsabile di progetto: aperto solo a figure professionali nell’area socio sanitaria ed educativa.
    5. Modulo corso avanzato (obbligatorio dopo il corso base) per completare la formazione affrontando le variabilità di questa professione attraverso una conoscenza più specifica degli utenti e soprattutto del lavoro in equipe.
  • Lezioni aperte
  • Possibilità di accedere ai vari moduli se in possesso dei requisiti come da linee guida nazionali, facendo richiesta al Comitato scientifico del corso attraverso l’invio della pre-iscrizione e del CV.
  • Un corpo docente composto da vari professionisti provenienti da tutta Italia, ognuno con competenza specifica in ambito medico, psicologico, veterinario, legislativo, cinofilo, fisioterapico.
  • Approccio cognitivo zooantropologico, basato sulla sistemica relazionale tra l’animale e la persona, e sul riconoscimento del concetto mente nell’apprendimento del cane.
  • Possibilità di partecipazione a più corsi base.
  • Possibilità di iscrizione anche per discenti attualmente immatricolati presso qualunque Università.

Per maggiori informazioni sulla prima edizione di seguito il programma, l’informativa generale, la pre-iscrizione e la normativa nazionale e regionale: